Allergie e intolleranze

Le allergie e le intolleranze alimentari sono entrambe condizioni nelle quali l’assunzione di un determinato alimento provoca reazioni nell’organismo.

Esiste però una differenza molto importante tra queste due forme:
nell’allergia alimentare la reazione è scatenata dall’assunzione anche di minime quantità dell’alimento ed essa si deve alla risposta del sistema immunitario; nell’intolleranza, invece, non si ha alcun coinvolgimento del sistema immunitario e la comparsa dei sintomi è legata all’accumulo di sostanza ingerita.

Si parla quindi di intolleranze alimentari quando non vi è la produzione di anticorpi ma si ha una reazione cronica ad alimenti assunti frequentemente; il disturbo che provocano non è solo in relazione diretta all’assunzione, spesso può avvenire a distanza di tempo anche di 72 ore.
I disturbi causati possono interessare qualsiasi organo, apparato o sistema e inoltre non sono proporzionali alla quantità di cibo non tollerato introdotto, non sono cioè “dose-dipendente”, ma anche piccole quantità dell’alimento possono mantenere l’intolleranza.

Per questo motivo, l’unica terapia all’intolleranza alimentare consiste nell’eliminare completamente gli alimenti non tollerati.

Si eseguono i seguenti test genetici:

-Test della celiachia: mediante l’analisi dei polimorfismi genici HLA DQ2/DQ8

-Test dell’intolleranza al lattosio: mediante l’analisi del gene LCT

-Test di sensibilità al nichel: mediante l’analisi di sei geni predisponenti all’allergia